MANGIARE SANO PER OCCHI SANI

vale giornale giugno

Dott.ssa Valeria Caldiroli

Ortottista ottico optometrista

Ottica Caldiroli

 

MANGIARE SANO PER OCCHI SANI.

Nell’Unione Europea, circa 760 persone su 100.000 hanno problemi di vista. Le due principali cause del deterioramento della vista nei paesi occidentali sono la cataratta e la degenerazione maculare senile. Entrambe queste condizioni sono associate a diabete, obesità e invecchiamento. Anche se l’indebolimento della vista non mette direttamente in pericolo la vita delle persone, esso può determinare serie restrizioni alla propria indipendenza, mobilità e qualità della vita.

Il danno provocato dall’ossidazione è uno dei principali rischi in entrambi i casi. Sono sempre di più le evidenze che dimostrano che i nutrienti antiossidanti, specialmente le vitamine A, C ed E, compresi i pigmenti carotenoidi, la luteina e la zeaxantina (contenute in frutta e verdura), possono aiutare a prevenire o ritardare l’insorgenza di questi disturbi visivi in età avanzata.

La causa della cataratta non è completamente chiara, sicuramente c’è una relazione tra le alterazioni chimiche del cristallino e il progredire dell’età.

cataratta articolo

Infatti il nostro corpo con il passare degli anni produce delle sostanze chiamate radicali liberi responsabile dell’invecchiamento cellulare e del danneggiamento dei tessuti.

La degenerazione maculare senile è una patologia progressiva che porta al progressivo deterioramento di una parte della retina chiamata fovea che permette la visione.

DMS ARTICOLO

DSM RETE

In questo modo la visione centale diventa sfuocata, le righe prima dritte vengono viste ondulate e la lettura risulta difficile e faticosa.

Le cause di queste patologie sono molte. Ma alcuni fattori che aumentano il rischio sono:

-la prolungata esposizione ai raggi UV

-il basso livello nel sangue di vitamine A,C,E

-pressione alta

La ricerca ha stabilito che l’assunzione di maggiori quantità di vitamine C ed E può aiutare a prevenire lo sviluppo di alcune patologie oculari.

IRIDE CAROTE

Per mantenere in salute i nostri occhi occorre seguire una vita sana ricca di frutta e verdura.

Ecco quali sono gli alimemti che salvano la nostra vista:

agrumi: ricchi di vitamina C, aiutano a combattere i radicali liberi. Sostengono la funzione delle cellule del nervo ottico mantenendole attive.

verdure foglia verde: spinaci e cavolo sono ottima fonte di luteina sostanza protettiva delle cellule della retina.

frutta e verdura di colore giallo: ricchi di betacarotene e vit C

soia: antiossidante naturale con notevole contenuto di vit C

uova: contengono acidi grassi e omega 3

frutta secca: ricca di antiossidanti e vit E

the: verde e nero ottimo per combattere la cataratta e la degenerazione maculare senile.

olio di oliva: Questo alimento è fondamentale, perché con dosi non elevate ha la funzione di attivare al meglio i nutrienti antiossidanti contenuti nelle verdure e consente al nostro organismo di trarne il massimo beneficio.

SPINACI

Le vitamine sono sostanze essenziali nella nostra alimentazione, però sono sufficienti in piccole quantità. Per questo sono classificate fra i micro-nutrienti. Dato che l’organismo non è in grado di sintetizzarle (o in alcuni casi non è in grado di farlo a sufficienza), bisogna assumerle con il cibo. Il perché è facilmente intuibile dal loro stesso nome: quando fu identificata la prima, la A, fu chiamata “vitamina” (cioè “amina della vita”) perché fu immediatamente intuita la sua importanza nella prevenzione di alcune malattie. Come la A, tutte le vitamine scoperte da allora sono necessarie per le funzioni vitali dell’organismo.

In generale, le vitamine possono essere divise in liposolubili (A, D, E e K) e idrosolubili (C e vitamine del gruppo B). Le prime sono trasportate dai grassi e sono immagazzinate nel tessuto adiposo. Poiché vengono smaltite con lentezza, un quantitativo eccessivo può più facilmente causare problemi di accumulo. E’ pressoché impossibile assumerne in quantità eccessive con gli alimenti, mentre può accadere con gli integratori.
Le vitamine idrosolubili, al contrario, non si accumulano nell’organismo e vengono eliminate rapidamente attraverso le urine. Per questi motivi è necessaria un’assunzione più regolare.

Un altro fatto di rischio importante per i nostri occhi è l’esposizione ai raggi del sole.

GRUPPO SOLESono soprattutto i raggi UV che rappresentano un pericolo reale per gli occhi. Senza una protezione adeguata, essi possono essere danneggiati in modo importante. L’intensità dei raggi UV varia secondo l’ora, la stagione, la latitudine e l’altitudine.

  • I raggi UV: sono invisibili e comprendono i raggi UVA, UVB ed UVC.
  • I raggi UVA: questi raggi sono molto pericolosi, poiché accelerano la cataratta, possono danneggiare la retina. Essi però sono arrestati in parte dalla lente. 
  • I raggi UVB: possono creare delle irritazioni molto dolorose ed irreversibili sulla cornea a lungo termine.
  • I raggi UVC: essi vengono totalmente arrestati dallo strato d’ozono.

Vi raccomandiamo quindi di proteggervi scegliendo occhiali da sole con filtri certificati che blocchino i raggi uv.

Salvaguardiamo la vista che è un bene prezioso.